Crea sito
Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Apr 30, 2014 in Geologia, terremoti |

Nuove scosse di terremoto in Emilia, ritorna la paura

Nuove scosse di terremoto in Emilia, ritorna la paura

Una nuova scossa di terremoto, con epicentro in mare al largo delle coste marchigiane, è stata avvertita nella notte tra le Marche e l’Emilia Romagna, colpendo in particolare le province di Pesaro Urbino e Rimini e precisamente i centri abitati di Pesaro, Fano, Mondolfo, Monteciccardo, Montelabbate, Tavullia, Cattolica, Montescudo e Montefiore Conca. Il sisma, di magnitudo 3.5 sulla scala Richter si è originato a circa 34 km di profondità aggiungendosi alle numerose scosse, registrate dagli strumenti ma non avvertite dalla popolazione,dei giorni scorsi, occorse con particolare frequenza nella giornata di lunedì 28 aprile.

L’evento di questa notte, complice la debole intensità, non ha provocato alcun danno nei paesi colpiti ma, tra la popolazione ritorna la paura: si teme infatti che questo, unitamente alle scosse registrate nei giorni precedenti, possa essere l’inizio di uno sciame sismico precursore di un evento di intensità maggiore, come quello accaduto il 20 maggio del 2012 quando furono registrate magnitudo pari a 5.9 Richter e accelerazioni di picco al suolo pari a 0,31g.

Occorre fare il punto della situazione e non sottovalutare quanto accaduto, ma l’allarmismo deve essere frenato. In zone prossime a sistemi sismogenetici attivi e di conseguenza ad alta pericolosità sismica infatti, eventi di questo genere sono comuni e non per forza legati o precursori di un evento maggiore.