Crea sito
Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Mar 24, 2014 in Vulcani |

I vulcani off rift non sono più un mistero

Vulcano Kilauea

Per molti anni rimasto non risposto, il quesito sull’origine dei vulcani off rift ha trovato spiegazione grazie ad un lavoro di ricerca portato a termine da un progetto congiunto tra GFZ German Research Centre for Geosciences, University of Southampton e Università di Roma Tre.

Le aree di rift sono ampie depressioni, vere e proprie valli, che si originano sulla crosta continentale in seguito all’azione di forze tettoniche divergenti. I grandi stress generati si ripercuotono in profondità fino ad interessare il mantello con conseguente risalita di magma in superficie: all’interno dei rift e sui fianchi di queste depressioni sono infatti diffusi i vulcani.

Benchè i processi che regolano il magmatismo delle zone di rift siano chiari da molti anni ormai, i vulcani di off rift che si formano invece a decine di chilometri di distanza da queste aree, sono rimasti a lungo inspiegati, ma oggi, ecco spiegato l’arcano.

E’ stato infatti scoperto che l’assottigliamento progressivo della crosta, dovuto agli stress tettonici divergenti, induce un cambiamento nelle modalità di azione degli stessi in profondità e una deviazione delle direzioni di principale attività. Di conseguenza, le tasche di magma che si generano per risalita nelle aree centrali del rift vengono “deviate” diagonalmente verso le parti marginali e laterali del rift stesso. Il magma può quindi trovare nuove vie di risalita, a seconda della configurazione e della topografia dell’area di rift, e emergere in superficie a decine o anche centinaia di chilometri di distanza dall’asse della valle, generando appunto i vulcani di off rift.