Crea sito
Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Dic 3, 2013 in Spazio |

NASA: i segreti della magnetosfera

magnetosfera

La magnetosfera è come una gigantesca bolla che circonda la Terra e la protegge dalle violentissime radiazioni ed eruzioni solari. Nel 1998 la NASA lanciò ai limiti estremi della magnetosfera una navicella spaziale con l’obiettivo di raccogliere quante più informazioni possibili per poter comprendere i processi fisici che regolano le interazioni tra essa e la radiazione solare. La navicella viaggiò in questo settore fino al 2002, quando i dati vennero scaricati ed elaborati dagli scienziati della NASA.

L’area di spazio analizzata è caratterizzata dalla presenza di plasma, un materiale simile ai gas ma costituito da particelle elettricamente cariche, la cui fisica è governata dalle leggi dell’elettromagnetismo e della gravità.

I risultati mostrano come nell’area limite della magnetosfera le particelle presenti si gettino all’esterno quasi a voler contrastare i venti solari, ma senza tuttavia riuscirci, vengono respinte indietro formando una zona turbolenta e disordinata di fronte alla magnetosfera (bow shock zone), che ne rappresenta un nuovo confine.

Quest’area sembra comportarsi come uno specchio elettromagnetico che “riflette le particelle” in ambe i sensi verso l’esterno e verso l’interno, creando movimenti di energia e penetrazioni dei venti solari che, una volta all’interno della magnetosfera potrebbero generare potenti tempeste con conseguenze sul funzionamento dei satelliti orbitanti attorno alla Terra e anomalie nel campo magnetico terrestre.

I risultati della navicella spaziale saranno ulteriormente analizzati dagli esperti e potranno fornire inoltre, tramite lo studio di come il plasma si muove nello spazio, utili informazioni anche ad altri ambiti disciplinari propri dell’astronomia.